venerdì 19 gennaio 2018

Studi sul sonno (4)



Se dormi male, non puoi più fingere che vada tutto bene. E non puoi più accontentarti dei sonniferi.
La privazione di sonno, come ormai molti studiosi affermano, è una vera e propria epidemia nella nostra società moderna, e favorisce l'insorgenza di molti disturbi, oltre a peggiorare drasticamente la qualità della nostra presenza mentale e, in definitiva, della nostra vita. Perché? Perché il sonno favorisce tutti i processi di autoguarigione del nostro corpo e della nostra mente. Non ti convince il termine "autoguarigione"? Troppo new age? Bene, ti capisco. Diciamolo in un altro modo.

Il sonno è il principale sistema dell'organismo vivente per mantenere efficienti tutti i suoi processi di omeostasi. Favorisce la rigenerazione cellulare e la crescita e l'espulsione delle tossine attraverso il sonno profondo; l'equilibrio psichico attraverso l'attività onirica.

Siamo di fronte a un tema epocale che la sanità italiana e mondiale non considera minimamente nel modo corretto. Per questo motivo è fondamentale sviluppare la giusta comprensione e consapevolezza delle funzioni del sonno e intervenire da subito per migliorare la propria qualità del dormire. 

Ne parlerò in un incontro gratuito il 20 febbraio 2018 presso la libreria La Cicala di Merate (LC), ma avremo tempo per parlarne.
Intanto segnalo qui sotto un articolo sulla privazione di sonno. Leggilo al risveglio.

"...Un segnale d’allarme sulla nuova “epidemia da privazione del sonno”: la chiama proprio così, come se fosse un virus contagioso. “E lo è davvero, perché la vita d’oggi ci spinge a dormire sempre meno, senza tenere sufficientemente conto degli effetti pericolosi del fenomeno”, avverte il professore originario di Liverpool. Fortunatamente, per questo genere di epidemia esiste la cura. E’ a disposizione di chiunque e non costa niente: basta dormire. Perché secondo Walker l’equazione è drammaticamente semplice: meno dormi, meno vivi. In altre parole l’insonnia, voluta o sofferta, ci accorcia la vita.

Il numero delle malattie collegate alla “privazione del sonno”, spiega lo scienziato inglese, è lungo e spaventoso: morbo di Alzheimer, cancro, diabete, obesità, disturbi mentali. “Ogni aspetto della nostra vita biologica viene intaccato e condizionato dal riposo notturno”, sostiene lo studioso.  “E purtroppo nessuno fa abbastanza per cambiare le cose”. Nessuno ha mai visto, in effetti, cartelli dentro ospedali e ambulatori che esortano la gente a dormire di più. Invece per l’autore è una priorità della nostra salute di cui bisogna urgentemente tenere conto."

Tutto l'articolo qui

sabato 9 dicembre 2017

Guarigione secondo le predisposizioni individuali




Nei capitoli 4 e 5 de Il Sutra del Loto vengono esposti i principi di insegnamento secondo le predisposizioni di ogni individuo. In pratica, sono i principi che dovrebbero guidare ogni percorso di cura. Una sapienza antica che oggi è ancora attualissima.
Insegnare secondo le predisposizioni, la cultura, il livello di consapevolezza e di comprensione di ogni individuo, nonostante il Buddha, il guaritore, il terapeuta (chiamiamolo come vogliamo) veda già in anticipo le problematiche o ne comprenda i fini.
Al contrario si produrrebbe terrore nelle persone o si avvierebbe un processo di manipolazione.
Nelle pagine qui sotto, viene usata una metafora naturale bellissima.


giovedì 23 novembre 2017

Improvvisazione al pianoforte per neonati

La piccola Ada, 1 mese di vita, nella fascia durante una breve improvvisazione al pianoforte a lei dedicata. Si immerge nelle vibrazioni della musica, si rilassa, si addormenta.


lunedì 2 ottobre 2017

Suonoterapia, massaggio sonoro e benessere



Armonizzare, convibrare, risuonare...
I principi della suonoterapia sono basati sul fatto che le vibrazioni sonore sono per loro natura fisica strutture armoniche geometricamente perfette. Le formanti armoniche che costituiscono i suoni che percepiamo sono come tante piccole gocce d'acqua che insieme costituiscono le onde di un vasto oceano.
Alcuni strumenti musicali sono in grado di riprodurre l'intera sequenza dei suoni armonici.
Il primo di questi è la nostra voce. Se adeguatamente educata, liberata dalle pressioni esercitate dalle nostre tensioni fisiche sui diversi diaframmi presenti nel nostro corpo, essa può produrre suoni equilibrati e ricchi di formanti armoniche, capaci di riequilibrare lo stato complessivo del corpo e della mente.
Altri strumenti straordinari sono le campane tibetane armoniche che sono realizzate con cura e ricerca scientifica per riprodurre l'intera sequenza armonica. Sono 'geneticamente' diverse dalla maggior parte delle campane rituali che si trovano in commercio. Come riconoscerle? Quando le suoniamo sentiremo una cascata di brillanti risonanze che ci avvolgono. Un suono ricco, sfaccettato e nutriente.
Esistono anche dei diapason concepiti appositamente per produrre vibrazioni particolarmente intense. Quando vengono appoggiati al corpo producono un micromassaggio delicato e profondo molto rilassante.
Poi i gong, le campane tubolari, l'harmonium, l'ocean drum, l'hang tank drum... e ultimo ma non ultimo il pianoforte, di cui ho già scritto diverse volte su questo blog.
L'insieme ricchissimo di queste possibilità lavora sinergicamente per offrire esperienze di profondo benessere, capace di armonizzare, rilassare e riequilibrare il corpo e la mente, efficacissimo per ridurre e curare le manifestazioni psicosomatiche, l'insonnia, i dolori alla schiena, i problemi digestivi, ecc.
Chi è interessato, può contattarmi personalmente per un trattamento presso il mio studio. Un'occasione unica per aiutarci a stare meglio e comprendere più a fondo la natura della vibrazione sonora che ci accompagna già dal mondo intrauterino prima della nascita.
Per appuntamenti
333/8582316

sabato 19 agosto 2017

Studi sul sonno (3)

A proposito dell'importanza di un buon riposo sull'equilibrio psico-fisico:



da Il Sonno, R. Dhalke
Tutti i testi di questo blog sono (c) di Guglielmo Nigro, salvo dove diversamente indicato. Puoi diffonderli a tuo piacere ma ti chiedo di indicare sempre la fonte e/o l'autore.